martedì 26 maggio 2015

"Il grande Gatsby"

 
Ho terminato ieri sera il mio primo libro scaricato sul Kindle: "Il grande Gatsby" di Francis Scott Fitzgerald.
M'è piaciuto molto, soprattutto gli ultimi due capitoli, veramente splendidi e amari: vi ho trascritto qui sopra la frase che chiude il romanzo. Anche le descrizioni ( a me piacciono tanto le descrizioni nei romanzi!) sono veramente curate e particolari, ricche di metafore e ossimori.
 
Gatsby è un personaggio tragico, che soccombe al suo sogno, il sogno americano della ricchezza, dell'essere accettati perché riscattatisi da soli da un passato di miseria ed emarginazione.
E soccombe soprattutto perché sopraffatto dall'amore per una donna egoista che non sa rinunciare ai suoi piccoli privilegi borghesi.
 
Fitzgerald con uno stile scorrevole e fresco ci trasmette il suo credo e cioè che l’unica possibilità di redenzione di una società  crudele, fatua e ipocrita sia il ritorno ai buoni vecchi valori di una volta, quelli dell'America contadina.
"Il grande Gatsby" è, come tutti del resto, un romanzo figlio del suo tempo: lo specchio della società americana degli anni '20.
 
 


3 commenti:

  1. Complimenti Lella anche questo è un traguardo raggiunto
    ciao buon pomeriggio

    RispondiElimina
  2. Ciao Lella, allora l'hai poi letto! Mi pare di capire che ti è piaciuto molto, per me, come sai, è uno tra quelli che considero grandi e intramontabili romanzi.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...