venerdì 12 dicembre 2014

Mercatini in Alsazia (1)


Sono partita con una certa aspettativa per la meta scelta da mio marito per visitare i mercatini di Natale: l'Alsazia, e l'aspettativa non è andata delusa, anzi, è stata ampiamente superata dalla realtà!
Le mete erano Colmar e Strasburgo, il cui mercatino natalizio è considerato storicamente il più antico.
 
Dopo il viaggio per raggiungere il nord Italia, facciamo un giorno di pausa in montagna da noi e poi via, attraverso la Svizzera, fino a raggiungere Friburgo, la città tedesca della Brisgovia che si trova a circa 15 km. dal confine francese.
Friburgo è una delle mete turistiche più visitate e la città più calda e soleggiata della Germania...anche se non m'è sembrato!
Il centro storico, pavimentato con ciottoli provenienti dal Reno, è assolutamente da gustarsi a piedi. C'è un coloratissimo mercato, che vendeva bellissime ghirlande di rami di pino freschi, 
 
 
molti edifici del 13°, 14° e 15° secolo, come la Historisches Kaufhaus, che un tempo era l'edificio della dogana e del commercio,



e una fitta rete di piccoli canali, che una volta servivano come riserva d'acqua per gli incendi.

 
Il mercatino natalizio è allestito in pieno centro storico; nelle casette di legno si espongono articoli d’artigianato, bijoux in argento o smaltati, addobbi natalizi, giocattoli in legno e marionette, candele in cera d’api, vetri soffiati, scarpe di paglia della vicina Foresta Nera e articoli d’antiquariato.
Molte le specialità gastronomiche: pannocchie grigliate, salsicce arrostite, polpette, frittelle di patate, panpepato al miele, wafer, caramelle, cioccolata, dolci natalizi, pani alla frutta, caldarroste e vin brulé (glühwein, in tedesco) a profusione!



Dopo Friburgo, eccoci a Colmar, la città dell'Alsazia immersa in un'atmosfera fiabesca dalla fine di novembre fino all'Epifania!
Colmar è affascinante a prescindere dal Natale, con le sue case a graticcio


 
i canali che ne fanno una "piccola Venezia"


e l'atmosfera che vi si respira in questo periodo è unica perché la città è decorata proprio come in una fiaba: ogni finestra è un mondo da scoprire!
 


Le decorazioni lasciano senza fiato perché la città ne è stracolma, ad ogni angolo, aiuola, rotatoria, palazzo...


Altrettanto straordinario è il piccolo borgo di Riquewhir, la quintessenza del Natale. Definito "il più bel villaggio di Francia", si trasforma durante l’Avvento in un vero e proprio luogo incantato: le sue case a graticcio splendidamente decorate, le pittoresche bancarelle, i profumatissimi dolci e gli eleganti addobbi conducono in un mondo magico.


Da visitare assolutamente il negozio di Käthe Wohlfahrt, un vero villaggio natalizio allestito all’interno di una casa a graticcio: se ne esce frastornati!



E poi bisogna assolutamente assaggiare i dolci! Il pain d'épices;  i classici biscotti dalle diverse forme a cuore, a fiore, a stella...fatti con la cannella, la vaniglia, l'anice, la farina di mandorle, di cocco oppure semplicemente di cacao; il Cristollen, una brioche glassata, alla cannella e frutta, ripiena di crema di mandorle, e il Kougelhopf, un altro dolce di grande tradizione regionale, la cui parola rimanda al passato tedesco della regione. La forma di questo dolce alle mandorle e alla frutta secca, ricorda quella tipica di un budino. La tradizione lo vuole legato ad una leggenda: lo stampo usato per dargli la forma pare sia stato donato da uno dei re Magi ad un vasaio di Ribeauvillé, un piccolo paesino a pochi chilometri da Colmar.
 
 
Ma per questa volta basta, sto diventando prolissa!
 

7 commenti:

  1. Che meraviglia…io non mi stancherei mai di guardare queste foto, adoro queste atmosfere, anche perché
    quest'anno non sono potuta andare per mercatini…purtroppo!!
    Buona serata e buon w.end
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ottimo reportage supportato da splendide foto. Grazie per aver condiviso questa tua vacanza.
    Felice fine settimana, un abbraccio.
    enrico

    RispondiElimina
  3. Splendido viaggio Lella e foto che sono una meraviglia. Hai fatto molto bene ad andare... Buona domenica, ciao.

    RispondiElimina
  4. Un sogno...quanto vorrei andarci! Grazie della condivisione...mi sono rifatta almeno gli occhi. Bacione :)

    RispondiElimina
  5. Splendido post, Lella, non sei affatto prolissa non mi stancherei mai di leggere di questo bel viaggio e di guardare le tue fotografie...uno spettacolo.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  6. Splendido post, Lella, non sei affatto prolissa non mi stancherei mai di leggere di questo bel viaggio e di guardare le tue fotografie...uno spettacolo.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  7. I paesi del nordo Europa sentono moltissimo queste feste che per loro sono anche ricorrenze antiche e quindi esprimo attraverso tutti i decori poi in famiglia è il massimo. Ne so qualcosa con cognizione di causa, Grazie e buona domenica,.

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...