sabato 21 giugno 2014

Un paese dal nome stregato

Usciti dal traffico della riviera ligure, nell'ottobre del 2011, risalimmo la Val Nevia e all'improvviso ci apparve Dolceacqua, un paese di quelli nati sulla riva di un fiume e che al fiume devono tutto.

 
Il fiume c'era davvero, placido e largo, ma poco profondo. Metà del borgo si arrampicava su di una riva, su fino al castello; l'altra metà sull'altra; e in mezzo un ponte, un arco sottile e slanciato di rara bellezza.
C'erano uomini che pescavano lungo le rive, immobili, tra i germani che nuotavano beccando.
Al castello arrivammo attraverso un labirinto di vicoli strettissimi tra case che sembravano sostenersi l'una all'altra con caratteristici archetti.
Salendo per questi carrugi incontrammo invitanti cantine che vendevano olio e Rossese, il famoso vino di Dolceacqua, e qualche graziosa edicola con la statua della Madonna.
La salita fu breve, ma ripida: dal castello si godeva un meraviglioso panorama dalla Costa Azzurra alle montagne.
 
Di Dolceacqua esistono quattro quadri dipinti da Monet che qui lavorò per un certo periodo: quattro vedute del castello e del ponte visti in differenti angolazioni e luce.
 


 



Scoprire Dolceacqua fu quindi un po' come ritrovare i colori affascinanti di Monet!

8 commenti:

  1. Molto bello questo post. Sono stata a Dolceacqua molti anni fa e non ricordo molto bene, ma spero di poterci tornare. Ho però in casa alcuni oggetti di legno d'ulivo là acquistati. Grazie per le belle immagino e i quadro di Monet che non conoscevo. Sapevo soltanto che era stato a Bordighera. Buona domenica.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. Ciao Lella, un borgo meraviglioso..da visitare, grazie!
    Buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì senz'altro, Carmen! La Liguria e l'entroterra sono state una scoperta.

      Elimina
  3. Luogo bellissimo che merita di essere immortalato sulla tela
    come ha fatto il grande Monet.
    ciao buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Tiziano! Chissà che bei quadri ne faresti anche tu!

      Elimina
  4. Ciao Lella, sono stata a Dolceacqua tre anni fa...un posto davvero magico e tu hai scattato delle fotografie splendide. Non sapevo dei quadri di Monet...adesso meli vado a cercare.
    Buona domenica, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
  5. Un borgo dalla bellezza e suggestività straordinarie, ottimamente rese dalle tue foto!

    RispondiElimina
  6. Un luogo veramente incantevole, come si evince dalle foto e dai dipinti.

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...