venerdì 27 giugno 2014

Il balcone fiorito

Il mio balcone è da qualche anno tristemente privo di piante fiorite se non per qualche pianta grassa che appoggio sul davanzale del finestrone della sala che vi si affaccia. I motivi sono più d'uno: mancanza di tempo e di voglia di organizzare qualche vaso, ma soprattutto il fatto che, andando via per parecchio tempo d'estate, costringerei mio figlio ad averne cura e si sa i ragazzi...
Ora che sarò in pensione però certamente mi impegnerò dalla prossima primavera ad abbellire il mio balcone così da potermi godere qualche fioritura per tre-quattro mesi prima di partire.
 
Comincerei sicuramente a fine febbraio con una bella sfilata di primule che, se curate bene, regalano i loro fiorellini colorati fino all'estate.
 
Tra le prime a fiorire e tra le più facili da coltivare ci sono le viole.
Sono robuste, amano il sole o la mezz'ombra, annaffiature giornaliere e per fiorire abbondantemente ci chiedono soltanto di rimuovere i fiori appassiti.
 
Il geranio è un classico, -chi non ce l'ha? infatti è l'unica pianta che si affaccia sul cortile dal mio balcone!- è facile da curare e fiorisce a lungo, fino all'autunno. Va tenuto in un punto ventilato (quindi benissimo il balcone!); va bagnato tutti i giorni, ma senza esagerare, e concimato due volte al mese in estate.
 
Una delle piantine che mi piacerebbe avere (perché mi ricorda la mia mamma) è l'impatiens o Nuova Guinea o pianta di vetro; è molto ornamentale e la si può coltivare anche in casa. Non ama il sole, che la fa avvizzire, e va innaffiata tutti i giorni per mantenere il terriccio umido. Teme il vento (è delicata), ma non le serve concime.
 
Il sole dell'estate, invece, piace alla surfinia, quella varietà di petunia molto decorativa dalle tonalità varianti dal bianco al rosa pallido fino al viola deciso. Vuole parecchia acqua ed anche concimazioni frequenti.
 
Insomma, dal prossimo autunno non avrò più scusanti, quindi forza, dai Graziella...fissa sull'agenda un giro al vivaio!

5 commenti:

  1. Vai in pensione Lella, auguriiiiiiiiiiiiiiiii!

    Anche le tue amate piante saranno contente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Gianna! Sono molto felice: ero proprio stanca!

      Elimina
  2. Anche il mio balcone è vuoto.... L'ho chiuso, abbiamo fatto una veranda. Riesco a mettere il bucato ad asciugare anche se piove. Mentre sul davanzale della finestra ho messo due belle orchidee, che mi stanno dando soddisfazione. Buona estate cara Graziella.

    RispondiElimina
  3. Anch'io quest'anno niente fiori...stiamo facendo importanti lavori in casa e quindi al balcone e al cortile non ci abbiamo proprio pensato.
    Ciao, buon fine settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
  4. Anche tu adesso sei libera di non fare suonare la sveglia al mattino.e fare le cose con calma,che vuole dire tanto.
    La cultura l'hai già per i fiori, buon lavoro!
    I gerani l'inverno scorso li avevo sotto a un telo di naylon vicino a un muro verso sud e visto l'inverno mite, si sono salvati, ed avevano anche qualche fiorellino,per il resto abbiamo optato per le rose avendo il posto.
    Ciao e buona estate e nuova vita :-) un abbraccio!

    Magda

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...