sabato 22 marzo 2014

Sempre attuale


È stata un oggetto di culto negli anni '60. È la Radio Cubo disegnata da Zanuso per Brionvega, storico marchio ormai sconosciuto ai giovani.
Entrò in molte case di tutto il mondo e nei maggiori musei d'arte moderna. Rompeva con lo stile consueto: un cubo apribile, semplici comandi, colori innovativi come il giallo, il rosso, l'arancione...
 
Io ce l'ho, bianca; mi fu regalata per il matrimonio. La tengo nello studio, sopra ad un mobiletto scuro.
 
Certo, oggi è stata rinnovata: è più moderna e versatile, ma non nel design, solo nella tecnologia: è dotata infatti di connessione Bluetooth, di un ampio display lcd, di un telecomando per richiamare le preselezioni e di altre diavolerie di cui io non conosco le funzioni.  So solo che è sempre bella con la sua linea a doppio cubo apribile in ABS, la maniglia in lega di alluminio e zinco, l'altoparlante nella sua cassa acustica e le piccole manopole di regolazione.
 
Preferisco comunque la mia: apri, accendi, ruoti le manopole e ascolti!

4 commenti:

  1. Me la ricordo bene: è bellissima!!
    Buona domenica!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Un oggetto del recente passato, che ricordiamo tutti con simpatia...
    Buona domenica e un saluto, silvia

    RispondiElimina
  3. Fa parte dei nostri ricordi....come tante altre cose del passato. Ora ascolto la musica diversamente, ma la radio, una volta era la mia fedele compagna.
    Ciao Lella, buona serata

    RispondiElimina
  4. bellissimo ricordo,oggi ascolto la radio solo quando vado in macchina, il suo posta ha preso l'internet, quando posso connetto :-)
    un abbraccio
    sempre bello a leggerti!!!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...