lunedì 24 marzo 2014

Elogio delle api

 
Questa mattina sono dovuta andare a scuola nonostante fosse il mio giorno libero. Ci sono andata di malavoglia, scocciata, naturalmente! Era stata una scelta mia perché dovevamo accompagnare i bambini in visita ad un'azienda agricola che produce miele, olio e vino e la mia collega di scienze era contenta che fossi io ad accompagnarla.
Potevo rifiutarmi?!
 
Devo dire che non mi sono pentita del favore che le ho fatto: la visita è stata interessantissima! Il mondo delle api è un mondo affascinante e l'ape è un insetto veramente straordinario. Capisco l'apicoltore che se ne definisce "innamorato"!
 
Ho scoperto tante cose su questo piccolo animale e ne ho approfondite altre. Osservarle da vicino e pensare alle cose che sanno fare, alla dedizione che mettono nelle loro attività suscita quasi tenerezza. Se si aggiunge il fatto che da esse (pare) dipenda la nostra sopravvivenza, le rende ancora più simpatiche.
 
Lavorano incessantemente per 45 giorni circa (tanto dura la loro vita) dal momento stesso in cui escono dalla celletta dove sono nate; l'abbiamo visto in un filmato: appena esce dal nido l'apina si gira e ripulisce la celletta; poi si dedica alla pulizia dell'alveare per un certo numero di giorni; dopo passa a svolgere altri compiti e solo negli ultimi giorni della sua vita si dedica alla raccolta del polline.
 
Quanto alla regina, non pensiate che sia oziosa e che si limiti a deporre uova senza muoversi! L'ho vista nella vetrinetta preparata apposta per mostrare l'interno dell'alveare: si muoveva incessantemente, ispezionando le cellette prima di deporre in ognuna un ovetto. È simile alle altre api, ha solo l'addome più allungato.

 
L'ape mellifera più diffusa in Italia, perché docile e produttiva, è l'apis mellifera ligustica; esiste anche una varietà siciliana, più scura, ma è più aggressiva.
 
Ho acquistato naturalmente del miele...
miele di coriandolo, un miele di recente produzione, con un retrogusto leggermente speziato e piccante e un miele di asparago.

4 commenti:

  1. Sempre interessanti le "uscite" coi bambini...quante cose si scoprono.

    RispondiElimina
  2. Bello, molto bello le uscite poi gli alveari sono molto interessanti.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Molto interessante questo post...complimenti!!!
    Non conoscevo il miele dell' asparago.
    Raffaella

    RispondiElimina
  4. Interessante e importante per la vita.

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...