lunedì 13 maggio 2013

Poesie eccelse

Conservo gelosamente questo libricino ingiallito dal tempo, con le sottolineature e i punti esclamativi della prima lettura.
Poesie magiche ed eccelse! Immagini strepitose, similitudini e metafore istintive e originalissime...
 
L'autore è Dylan Marlais Thomas (1914-1954), il poeta più originale degli anni Quaranta. Nacque in Galles e morì a New York; è una figura leggendaria di "poeta maledetto" che riconosceva come uniche influenze sulla sua poesia le forme spontanee di letteratura, le filastrocche e i racconti popolari, le più famose storie bibliche e due soli poeti inglesi del passato, Shakespeare e W. Blake, dei quali prediligeva l'aspetto magico e mistico.
 
I temi principali della sua poesia sono ripetuti in modo quasi ossessivo: la natura, vista come energia che scorre in ogni creatura vivente; l'infanzia, sia personale, sia quella della vita umana; l'orrore della guerra; la morte che vede come un momento transitorio nell'eterno ciclo dell'esistenza.
 
Il suo stile, come dicevo, è fatto di  metafore e di immagini che derivano dalle sensazioni; ha un effetto sconvolgente: o ti entusiasma o lo rifiuti.
Io ne rimasi affascinata sentendo recitare una sua poesia in un telefilm! Sì, proprio così!!
 
"E la morte non avrà più dominio.
Più non potranno i gabbiani gridare ai loro orecchi,
Le onde rompersi urlanti sulle rive del mare;
Dove un fiore spuntò non potrà un fiore
Mai più sfidare i colpi della pioggia..."
 
Corsi in libreria ad acquistare il libro, che conservo ancora: è vecchio e ingiallito - avrà almeno 22 anni - ogni tanto lo sfoglio e leggo qualche verso...
 
"Qui in questa primavera, le stelle navigano il vuoto;
In questo inverno ornamentale
Lo spoglio cielo viene giù a rovesci;
L'estate seppellisce l'uccello nato in primavera..."
 

3 commenti:

  1. Ma che meraviglia! Sai che credo di avere una raccolta di questo poeta...oggi provo a vedere e in caso me la rileggo subito.
    Ciao Lella, buona settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Me encanto la foto amiga..un saludo y besos

    RispondiElimina
  3. Conosco un adattamento teatrale suo, ma per il resto.. riguardo alla poesia in genere sono analfabeta e quasi totalmente insensibile!!
    Ora ti do la buonanotte, tornerò a curiosare per qualcosa che non sian classico.
    Buonanotte e grazie

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...