lunedì 29 aprile 2013

Bagnare le piante

Chi non ha o non ha mai avuto una piantina di violetta africana?

É quella piantina dalle foglie soffici al tatto per la presenza di peli morbidi e dai fiori che assomigliano a quelli della primula con tinte che vanno dal bianco al rosa fino al viola passando per il fucsia.
Va annaffiata solo con l'innaffiatoio a beccuccio lungo perché le sue foglie non gradiscono essere bagnate e, poiché crescono ben aderenti al bordo del vaso, occorre sollevarle con l'aiuto della mano per permettere all'acqua di giungere solo sul terriccio.
In bagno si adattano molto bene il capelvenere, la nefrolepide e la pteris (che sono felci dalle foglie leggere e soffici)
 
perché prediligono gli ambienti umidi come quello del sottobosco dove crescono spontaneamente. Per questo andrebbero coltivate inserendo il loro vaso all'interno di un portavaso riempito di terriccio (sabbia e torba) da mantenere ben bagnato.
 
Una volta al vivaio mi hanno regalato una guzmania, che ha le foglie disposte a rosetta;
in natura assorbono l'acqua piovana che si raccoglie nell'imbuto creato dalle foglie. In quell'occasione mi spiegarono che la piantina va bagnata proprio da lì, mantenendo appena umido il terriccio; mi raccomandarono di controllare che fosse stata assorbita l'acqua data in precedenza.
 
Infine l'edera e il ficus pumila dalle foglie dure: per loro è indispensabile mantenere un alto tasso di umidità attorno alle foglie con nebulizzazioni quotidiane fatte con acqua non calcarea.
 
Insomma, basta sapere come trattarle e le piante ci regalano grandi soddisfazioni...se non si hanno figli che d'estate, durante la tua assenza, si premurano di procurar loro l'eutanasia!!

4 commenti:

  1. Ecco..io e le piante proprio non ci capiamo...e allora mi limito ad ammirarle da lontano,..(quelle che hanno avuto la sventura di capitare sotto le mie mani sono passate tutte a miglior vita) pazienza..
    Buona settimana!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Mi crescono bene le violette africane, forse perchè la casa è calda anche d'inverno... per il resto non sono bravissima. Buona settimana.

    RispondiElimina
  3. Ciao Lella!
    Adorabili fiori un "impegno" che svolgo con molta cura giornaliera,sul balcone i miei gerani dai molteplici colori stanno sbocciando,una nota di colore in queste settimane di pioggia,le violette africane sono bellissime e delicate e non sono mai riuscita a tenerle per lungo tempo,forse sbaglio nelle dosi d'acqua oppure sono loro che non hanno lunga vita….mah..
    un abbraccio cara

    RispondiElimina
  4. giusto sabato e ieri abbiamo avuto in centro città le "invasioni botaniche" fiori e piante di tutti i tipi che sono riuscite a vincere il grigiore delle due giornate piovose; appena posso posterò qualche foto.

    Ciao, Lella!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...