domenica 17 febbraio 2013

Non i soliti bonsai!

A Natale la ragazza di mio figlio m'ha regalato un bonsai di ulivo che, per ora, vegeta serenamente all'aperto, al riparo nell'ingresso di casa.
(non è questo, ma gli assomiglia molto)
 
I bonsai, alberi in miniatura scolpiti da abili tagli di forbici, sono molto seducenti, ma anche molto esigenti! Richiedono una cura costante e annaffiature giornaliere, pena il rischio di vederli seccare. Quanti ne ho fatti morire! Infatti non li ho più comprati...
Però esistono delle alternative: piantine da interni robuste, ma con forme, dimensioni ed eleganza simili ai bonsai.
Provengono da zone dal clima non clemente e si adattano agli spazi ridotti. D'estate si possono trasferire sul balcone e vanno sempre bagnate poco.
 
Sono la "palma del Madagascar", con un fusto spinoso e un pennacchio di foglie lucide;
la "rosa del deserto", bella nella varietà bordeaux;
la "crassula" e la "aralia polinesiana" dal robusto tronchetto e dai rametti flessibili con foglie a cuore maculate di bianco.
 


Sono molto belline queste piante in miniatura, costano poco e si mantengono bene. Dal canto mio, il bonsai di ulivo cercherò di farlo campare il più a lungo possibile: per ora ha resistito al freddo (d'altra parte un ulivo vive esposto alle intemperie, no?!) di gennaio e febbraio; vedremo questa estate...

8 commenti:

  1. Ciao Lella, com'è noto ho un pollice decisamente nero...faccio morire tutte le piante...eccezion fatta per una crapula ormai ultra trentennale, acquistata mignon
    appena sposata..e di cui ho distribuito i figlioletti a tutti quanti!
    Buon pomeriggio!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono molto i bonsai ma non sono continuativa nel curarlo parto in quarta e poi mi ..dimentico e non va bene. Buona domenica cara,

    RispondiElimina
  3. Ciao Lella e mia moglie che a il pollice verde
    per le piante interne io accudisco il giardino,
    complimenti per l'ulivo
    buona serata
    Tiziano.

    RispondiElimina
  4. Ciao Lella!
    I Bonsai li adoro ma purtroppo non resistono per lungo tempo,mi durano mesi poi improvvisamente iniziano a perdere le foglie…uff i
    La crapula....ne ho una da anni la lascio sul balcone finchè la stagione invernale non arriva poi la porto dentro casa sai che se ben curata fa dei piccoli fiorellino bianchi che sono una meraviglia…
    Buon inizio di settimana cara.Un bacione!

    RispondiElimina
  5. BASTA! Ho sofferto due volte, per due bonsai, non mi fregano più. Mi fan tenerezza quando, sia pur piccoli, fruttificano (in piccolo!).
    Comunque, mi piacciono le piante grandi: in appartamento, 'fingo' di avere dei quasi alberelli. Mi son ridotta ad andare per selezione: da 5 anni son in questa casa e , dato che le Dracaene si trovano bene, ne ho tre. E sul balcone tante semigrasse: quelle sopravvissute a estati e inverni!Uh, dimenticavo le 'trovatelle'.Se rinasco faccio il giardiniere.
    Ma vedo che da te è quasi primavera!

    RispondiElimina
  6. Ciao Lella Io le faccio morire tutte le piante altro che pollice verde!
    Bello il tuo blog passerò più spesso!

    RispondiElimina
  7. a me muore tutto1 Comunque non sempre le piccole piante che vediamo in vendita sono bonsai spesso, anzi quasi sempre, sono margotte. Mi affascinano un bonsai vero (piccolo platano) andò morendo 4 4 otto, però lo sfrutto da secco, sono anni che abbelisce il mio Presepio.

    RispondiElimina
  8. anche il mio pollice nn è molto verde ma il mio bonsai resiste benissimo,d'estate fuori e d'inverno dentro in un luogo con la luce e le annaffiature solo quando il terreno nn è più umido, è una piantina che in due anni è anche cresciuta!!!
    A mia madre è stato regalato un ulivo e ha fatto anche i frutti, incredibile, in un luogo come il nostro dove gela pure!! lei lo tiene fuori riparato sopra il davanzale di una finestra!!!
    baci

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...