sabato 2 febbraio 2013

Il potere

 
"Il potere tende a corrompere, e il potere assoluto corrompe di là da ogni redenzione.
I grandi uomini sono quasi sempre malvagi."
 
(J. Acton)

(foto da jessielou79 - Flickr)
 
John Emerich Edward Dalberg-Acton fu uno storico e politico britannico vissuto nel XIX secolo.
Questa che ho trascritto è la sua massima più famosa; credo che, purtroppo, sia sempre stata e sia ancora valida: non si adatta a tanti potenti corrotti che conosciamo e che vediamo agire anche oggi in tutto il mondo?
Con amarezza chiudo il post di oggi e vi mando affettuosi saluti.

17 commenti:

  1. il potere corrompe chiunque penso...è un pensiero sottile quello del potere, non serve sentire di possedere un grande potere...ci basta poco, sapere anche di avere solo il potere di fare del male, ci basta di sentire la debolezza dell'altro per sentirci forti e potenti...e allora penso a come debbano sentirsi chi ha il potere di popoli, stati, nazioni, governi, eserciti, economia...è come scalare una torre di Babele...

    un abbraccio
    lella

    RispondiElimina
  2. Pochissimi, solo persone da contare su di una mano sono in grado di essere dei grandi statisti.

    Noi speriamo che ce la caviamo!

    RispondiElimina
  3. Anche la Storia che viene studiata è densa di personaggi potenti...e molti sono i prepotenti che si ricordano...anzichè nominare coloro che hanno fatto del bene all'umanità, tantissimi dei quali purtroppo "invisibili" ...

    RispondiElimina
  4. Hai ragione di essere amareggiata... purtroppo per la stragrande maggioranza è proprio così!
    Ma io suggerisco un pensiero: forse, se sono malvagi e corrotti, è meglio non considerarli "grandi uomini".... ^__^
    ciao Lella, un bacione e buona domenica

    RispondiElimina
  5. A me sembra un po' contraddittoria questa frase se una persona è universalmente considerata un "grande uomo " non può essere un malvagio, un uomo potente può esserlo, ma per essere potenti non serve essere grandi uomini.
    Ciao, buona domenica.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: anch'io ho avuto la tua stessa perplessità, ma forse l'autore della massima intendeva con "grandi" i potenti.

      Elimina
  6. Grazie della segnalazione ciaoo e buona domenica

    RispondiElimina
  7. parole vere e sempre molto attuali,buona domenica Lella

    RispondiElimina
  8. Se è vero che il potere corrompe chiunque, direi di dare un limite allle legislature: due, come negli USA!
    PS fuori contesto: TI SEI RICORDATA DEL 'PANETTONE DI SAN BIAGIO'?

    RispondiElimina
  9. :/ Diamo un limite anche alle 'elle'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Certo che mi sono ricordata, e tu?

      Elimina
    2. Ci abbiamo fatto merenda, una briciola per uno, dato che ho subìto un'invasione di ragazzini. Tutti vaccinati contro il mal di gola!!
      Ciao Lellina :)

      Elimina
  10. Condivido pienamente il pensiero di Paola: chi è corrotto e malvagio sarà anche un potente ma certamente non sarà da considerarsi un grande uomo.

    RispondiElimina
  11. Ciao Lella, mi sembra che siamo tutti convinti della "grandezza" di certi potenti...ma ce ne sarà almeno uno non corrotto, a cercar bene?! Speriamo di si..
    Un abbraccio, buona settimana!!
    Carmen

    RispondiElimina
  12. Chissà se qualcuno c'è non corrotto,pare che sia sempre peggio!

    Ciao Lella e buona settimana!
    Magda

    RispondiElimina
  13. i grandi uomini devono la loro grandezza di qualcosa eccelente che hanno fatto, i potenti sono uomini piccoli persi nei loro rifiuti :-)

    RispondiElimina
  14. A noi italiani non insegna nessuno. Mi tolgo di mezzo anch'io rispettando la tua chiosa!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...