sabato 26 gennaio 2013

L' abat-jour e la lettura

Uno dei momenti più belli e rilassanti della giornata è per me la sera, quando, terminate le faccende di riordino della cucina e passati alcuni momenti in compagnia del marito e della TV, mi ritiro in camera da letto.
Seguo un rituale consueto da anni: preparo i vestiti per la mattina successiva, ci abbino collana, orologio e scarpe, e poi in bagno mi strucco, mi spalmo la crema antirughe e indosso la mia comoda camicia da notte.
Ecco finalmente il momento tanto atteso, quello del relax e dell'immersione nel mondo della lettura...
Accendo la mia abat-jour sul comodino, quella che diffonde una luce soffusa ma diretta sulle pagine del libro, il libro che sfoglio e assaporo sdraiata sotto il piumino. In estate è invece l'aria fresca della notte che entra dalla porta-finestra che mi conduce nella trama del libro.
 
Mi piace leggere alla luce della lampada, mi rilassa e mi concilia il sonno, tanto che questo momento è diventato per me una sorta di sostituto sano delle pillole che molti usano per dormire: infatti, se non leggo, non riesco ad addormentarmi!
 
E allora buona notte, cullati dalle note languide di una vecchia canzone.


6 commenti:

  1. Io considero bellissimi i riti della sera, i miei sono lunghissimi, anche perchè io vado a letto tardi e perchè comprendono anche l'ultima uscita dei cani...e anch'io finisco con il mio libro in mano, non riuscirei a dormire senza leggere ( e senza Miniax ).
    Ciao, buona domenica.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. che bello...la sera ha i suoi riti, si chiude una giornata è come riporre tutto per ritrovarlo il giorno dopo...
    Buona domenica
    lella

    RispondiElimina
  3. anche per me la sera quando mi corico è un momento bellissimo soprattutto se il bilancio della giornata è positivo e come te mi piace leggere a letto solo che recentemente ho sostituito il libro al reader e mi trovo benissimo.

    Buona Domenica! Etta

    RispondiElimina
  4. Concordo su tutto, la canzone è datata e sempre bella, la cantavano i miei genitori.

    Sai che ti dico? mi piace leggere a letto (quando sono libera), le appliques sono alte e non vanno bene, allora frego una lampada da tavolo moderna e orribile dalla camera di mio figlio ... e si leggere distende e concilia il sonno. L'arredo di casa mia a Cuorgnè pecca di punti luce da tavolo, l'unica è quella che ricorda della Torre Saracena (scolpita a mano in pietra leccese). Mi riprometto di comperarne ... !

    RispondiElimina
  5. Ti capisco!

    ps: me la vedo la Jouy che legge alla luce -o all'ombra? diciamo all'ombra della luce- della Torre Saracena!! :D )

    RispondiElimina
  6. Lillino! la Torre saracena è postata sul blog nel ricordo di Dayana la Piccola naufraga della Concordia Ciao!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...