venerdì 28 dicembre 2012

Buon Anno!

 
"I buoni propositi per l’anno nuovo sono solo assegni che gli uomini versano in una banca dove non hanno nemmeno un conto."
(Oscar Wilde)
 
Buon Anno a tutte/i voi...e cercate di mettere in pratica qualche buon proposito, mi raccomando!
 



domenica 23 dicembre 2012

AUGURI!

 
A tutte voi, care amiche, e a voi amici, auguro di cuore un meraviglioso Natale e un felicissimo Anno Nuovo, con molto affetto!
 

giovedì 20 dicembre 2012

Ho finito di leggere...

Ho finito di leggere "Se morisse mio marito" di Agatha Christie, un giallo del '33 che ha come protagonista Hercule Poirot.
La trama è questa (gentilmente concessami da google Libri):
 
Una proposta molta insolita quella che Poirot riceve dalla celebre diva Jane Wilkinson: cercare di convincere il marito di lei a concedere il divorzio. Poirot, incuriosito, accetta ma scopre che la cosa è ancor più strana di quanto si aspettava: il marito, il vizioso Edgware, infatti aveva già ampliamente acconsentito a divorziare. Quando poi, qualche giorno dopo, il nobiluomo viene assassinato, e l'ispettore Japp arresta la moglie, sospettata del delitto, Poirot può intervenire a ragion veduta. Che movente poteva avere infatti la meravigliosa Jane Wilkinson? La faccenda però sembra più complessa di come appare a prima vista. Com'è possibile che testimoni attendibili abbiano visto alla stessa ora la stessa persona in due punti lontanissimi della città? E come risulta coinvolta nel caso l'attrice Carlotta Adams divenuta famosa proprio come imitatrice della Wilkinson? Le cellule grigie di Poirot si mettono in moto, ma questa volta il celebre investigatore riuscirà a venire a capo della faccenda con un ritardo che potrà risultare fatale a qualcuno.

Premettendo che Agatha Christie non mi piace, confesso che il libro mi ha deluso perchè, dopo aver letto "Dieci piccoli indiani" (il mio primo giallo della Christie, che non mi aveva entusiasmato, nonostante sia il libro giallo più venduto in assoluto), mi aspettavo di trovare qualcosa che mi convincesse di più.
Sarà che in generale non amo molto i gialli...
Comunque è un buon libro: la trama è costruita con maestria e le doti letterarie della Christie sono confermate. Ho capito che questo è lo stile della scrittrice: fornire tanti piccoli indizi che darebbero al lettore la possibilità di risolvere il mistero da solo, ma mescolare le carte in tavola fino al colpo di scena finale.
 
Se siete fan di Agatha perdonatemi: ripeto, non amo i gialli in generale!

venerdì 14 dicembre 2012

Mercatini di Natale

Il Trentino-Alto Adige è una regione turistica per eccellenza: le Dolomiti fantastiche ed inconfondibili; le vallate e i laghi pittoreschi; i graziosi villaggi e gli antichi castelli; i luoghi di villeggiatura e di sport invernali ne fanno un luogo attraente per i turisti. A dicembre poi a queste attrattive si aggiungono i Mercatini di Natale, che anch'io ho visitato lo scorso week-end.
Quest'anno è toccato a quelli di Bolzano e di Merano, mentre quattro o cinque anni fa fummo a Bressanone e a Vipiteno.
 
Bolzano è una bella città circondata dai monti e dai vigneti.
(dal web)
Il mercatino è allestito nell'ampia piazza Walther: è sempre animatissimo, per cui perde un po' della sua suggestione, ma alla sera le piccole luci delle bancarelle e degli addobbi gli regalano ugualmente un'atmosfera magica.
Nelle strade del centro cittadino si respira ovunque aria di Natale!
Di tutt'altro aspetto quello di Merano, l'elegante cittadina sul Passirio: si sviluppa lungo la riva del torrente, sull'elegante passeggiata che lo costeggia. 
 
(dal web)
Passeggiando tra le casette in legno, aspirando la fragranza speziata del vin brulé e i profumi che uscivano dalle magnifiche pasticcerie, abbiamo potuto anche ammirare i begli edifici antichi e le acque del torrente che scorrevano allegre in una splendida anche se gelida giornata di sole.
 
Al ritorno a casa, potendo usufruire di un'altro giorno libero, mi sono fatta accompagnare da mio marito a Bussolengo, grosso centro nei pressi di Verona dove sorge "Il Villaggio di Natale" dell'Azienda Flover, un garden center dall'atmosfera magica, vero paradiso per gli appassionati di oggettistica legata al Natale! Come in un vero e proprio paese incantato sono esposti arredi, tessuti, regali, decorazioni ispirati alla tradizione nordica e ai gusti più moderni.
Qui veramente avrei comprato tutto! Non sapevo dove posare gli occhi!
 
Ho comprato, ho comprato...tranquille, ma ora devo scendere in salotto per cominciare ad addobbare l'albero di Natale.

domenica 2 dicembre 2012

"Bosco d'autunno"


Ha messo chiome il bosco d'autunno.
Vi dominano buio, sogno e quiete.
Né scoiattoli, né civette o picchi
lo destano dal sogno.
 
E il sole pei sentieri dell'autunno
entrando dentro quando cala il giorno
si guarda intorno bieco con timore
cercando in esso trappole nascoste.
 
(Boris Pasternak)
 
Oggi per il mio post poetico, non potendo postare una delle mie poesie perché non so scrivere le poesie, ecco che faccio ricorso all'aiuto di qualcun'altro, nella fattispecie di un grande della letteratura mondiale: Boris Pasternak.
Mi piace questa poesia sia per il suo significato denotativo (la stagione autunnale, il bosco...) sia per quello connotativo (le suggestioni e i ricordi particolari che suscita in me).


Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...