venerdì 16 novembre 2012

Acquisti in libreria

Quando vado al centro commerciale devo sempre farmi violenza per non entrare in libreria, anche se poi mi fermo davanti alle sue vetrine...
...oppure per non fermarmi al settore dei libri all'interno del supermercato. Questo perchè a casa nelle mie libreria ben  160 libri aspettano di essere letti!
Martedì, dopo alcune settimane di astinenza, mi sono però fiondata all'interno di "GIUNTI al Punto" ed ho acquistato due libri usciti di recente.
Uno si intitola "Più dolce delle lacrime" di Nafisa Haji (scrittrice americana di famiglia indopachistana): una storia di amore proibito e segreti familiari che intreccia molteplici punti di vista generazionali e culturali; è il viaggio di una giovane donna attraverso segreti familiari, culture e paesi distanti dal suo alla ricerca della propria identità.
Esiste un modo per non credere a quello che ci dicono i nostri occhi? Quelli di Josephine e del suo fratello gemello Chris sono due grandi pozze scure, due occhi color nocciola, come l'autunno. Due occhi che per i primi diciotto anni di vita non hanno mai avuto dubbi. La loro è una famiglia legata dall'amore, dalla fiducia, da precetti di fede che insegnano l'onestà e la trasparenza. Precetti che non ammettono il dubbio. Fino al giorno in cui a scuola non vengono spiegate le leggi di Mendel sulla genetica. E Josephine capisce che due genitori dagli occhi azzurri come i suoi non potranno mai e poi mai generare occhi scuri. In un primo momento la ragazza si limita a ignorare i sussurri del sospetto, fingendo di non vedere quello che ogni mattina si riflette nello specchio. Ma non ci si può nascondere per sempre di fronte a noi stessi. I dubbi la consumano per mesi e si fanno lentamente strada, finché Josephine non ne parla a sua madre. E la verità che i suoi occhi le hanno preannunciato la porta fino a Chicago, di fronte alla casa di uno sconosciuto. Il suo nome è Sadiq Mubarak e in quel volto dagli occhi scuri e dalla pelle ambrata Josephine deve cercare la strada che la porterà in un viaggio nel passato di sua madre, ma anche alla scoperta di un mondo nuovo ed esotico, il Pakistan. Un mondo che le insegna che la vera fede, al contrario di quello che ha sempre creduto, è costellata di dubbi e che niente è davvero come sembra…

Eccone qui un'anteprima.

L'altro libro che ho acquistato è "L'indovina di Istanbul" di Michael David Lukas (un autore americano che insegna scrittura creativa a Oakland in California): è un felicissimo romanzo d’esordio capace di ricostruire il fascino di un mondo perduto attraverso gli occhi di una bambina indimenticabile.
Eleonora Cohen nasce una notte del 1877 mentre la guerra russo­turca divampa nella pianura danubiana e la cavalleria dello zar irrompe nella città di Costanza. Un'antica profezia, narrata da due levatrici tartare giunte in città proprio quel giorno, prefigura per lei orizzonti carichi di aspettative. E la bambina non le tradisce. Fin da piccola dimostra memoria portentosa, grande abilità nel far di conto ma soprattutto una straordinaria predisposizione per l'apprendimento delle lingue e la lettura. Quando Eleonora si trasferirà a Istanbul, nella ricca dimora di Moncef Barcous Bey, ex governatore di Costanza e socio in affari del padre, le voci sulle doti della piccola bambina prodigio si spargeranno rapidamente, fino a varcare la soglia del palazzo del sultano.

  Ecco anche di questo romanzo un'anteprima    

E speriamo che i miei ultimi acquisti non mi deludano!

*   (grazie del contributo alla stesura del post a il Libraio e a Garzanti Libri )

10 commenti:

  1. Grazie Lella per la visita e la tua adesione ai lettori dello schiaccianoci.Buon fine settimana a te.
    Marilena

    RispondiElimina
  2. Ciao Lella! Questi libri mi sembrano molto attraenti, se li trovo in giro magari me li prendo anch'io!!
    Buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Grazie Lella me lo sono scritto e sarà il mio prossimo libro. Lucia

    RispondiElimina
  4. Grazie Lella me lo sono scritto e sarà il mio prossimo libro. Lucia

    RispondiElimina
  5. grazie Lella! Ho preso nota del secondo titolo e se lo trovo in edizione e-book, lo scarico. Proprio per evitare l'accumulo di libri sono passata all'e - reader e mi trovo benissimo.

    Buona Domenica e un abbraccio Etta

    RispondiElimina
  6. Mi ispirano tutti e due, li tengo presenti...
    Ciao Lella e buona domenica
    ed un affettuoso abbraccio
    Magda

    RispondiElimina
  7. Ciao Lella!
    Grazie del consiglio cara amica!
    Bellissimo entrare nelle librerie,sentire quell'inconfondibile profumo che mai svanisce nel tempo,io adoro entrare in quelle vecchie librerie con la vetrina di legno e vetri vintage….camminare con passi ovattati sul pavimento di legno dove regna quel silenzio rispettoso per tutto il bello che contiene..
    Buona Domenica!

    RispondiElimina
  8. Anche per me settimana di acquisti o regalo, il mio template anticipava un post che ancora non ha trovato "tempo". Sbaglio o anche a te è sparito il roll degli ultimi commenti?. Tornando ho constatato anche problemi tra google e mac... il che mi fa imbestialire combierò browser.

    RispondiElimina
  9. Ispirano anche me, più il primo che il secondo. Mi servo molto della biblioteca, onde evitare eccessivi accumuli.. e spese; e pensavo pure all'e-book. Ma tenere un libro in mano, e ripescarlo sui tuoi scaffali quando vuoi... è un altro vivere!

    RispondiElimina
  10. Ispirano anche me, più il primo che il secondo. Mi servo molto della biblioteca, onde evitare eccessivi accumuli.. e spese; e pensavo pure all'e-book. Ma tenere un libro in mano, e ripescarlo sui tuoi scaffali quando vuoi... è un altro vivere!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...