giovedì 1 marzo 2012

Nel prato...


Nel prato ho visto che ci sono le prime pratoline e quei fiori gialli, dall'aspetto di grossi ranuncoli selvatici, che appaiono ogni anno sempre nello stesso posto, ad annunciare l'addolcirsi dell'aria.
Sono lucidi, piccoli soli adagiati su foglie carnose, verde scuro. All'inizio del caldo seccano completamente, anche le pianticelle, e spariscono, per poi riapparire il febbraio successivo.
Uno è cresciuto in un vaso vuoto, contenente alcuni pezzi di lava . . .

"È venuto il tempo
che il ranuncolo limpido
rischiara
l'erba folta e amara;
fitte e stupite
si schierano sulle prode
le margherite,
già l'usignolo s'ode.
Sotto gli occhi di ogni fanciulla
una tenera ombra fiorita,
e con quell'ombra
il giovane sole
si trastulla."

(Attilio Bertolucci)



9 commenti:

  1. Qui dicono che il ranuncolo faccia male alla pelle. Una balla.

    ricordo l'urlo di una mia collega ormai Andata nel mondo dei più:

    Gemignani molla lì j fan venir la rugna!

    Verranno anche le cicoriette, tarassico, ottime con le uova sode!

    RispondiElimina
  2. Qui dicono che il ranuncolo faccia male alla pelle. Una balla.

    ricordo l'urlo di una mia collega ormai Andata nel mondo dei più:

    Gemignani molla lì j fan venir la rugna!

    Verranno anche le cicoriette, tarassico, ottime con le uova sode!

    RispondiElimina
  3. Carla: sai che è vero? Ho letto anch'io che tutti i ranuncoli sono velenosi!...mi raccomando: non li mettere nell'insalata!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Lella, piacere di conoscerti.

    Bel blog, mi piace.
    A presto.

    RispondiElimina
  5. Grande poeta il padre Attilio, grande pure il figlio regista Bernardo...la primavera ha fatto capolino!
    Baci.

    RispondiElimina
  6. Gianna: grazie! Ho visto che sei anche tu un'insegnante...mi unirò anch'io al tuo blog.

    Arianna: anche a me piace molto Bertolucci, trovo le sue poesie semplici, ma molto evocative.

    RispondiElimina
  7. Bei versi e certo che guardandoci intorno la natura ci offre tanto e in suo tanto troviamo la sua poesia.

    Buon fine settimana Lella.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Il ranuncolo non lo conosco, non credo che lo abbia mai mangiato, ma ora è il tempo dei fiori(spero).
    Ciao

    RispondiElimina
  9. ancora non li visti, domani guarderò con l'attenzione il campo dove porto il mio cagnetto
    :-)
    un abbraccio!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...