giovedì 23 febbraio 2012

Una vecchia poltrona


La mia nonnina viveva in montagna, dove si era ritirata col nonno quando lui era andato in pensione.
Abitavano la vecchia, solida casa che avevano acquistato e l'avevano arredata con i mobili portati da Milano: mobili vecchiotti, naturalmente, che ancora rimangono nelle stanze ariose e accoglienti della casa che ora è diventata nostra, mia e di mia sorella.

Tra di essi fa bella mostra di sè, in camera mia, questa poltrona:
si chiama "Margherita" e fu disegnata per Bonacina da Franco Albini, designer ed architetto di fama mondiale, negli anni '50. Fu la prima poltrona italiana senza gambe ed è costruita in giunco, un materiale di basso costo che prese piede subito dopo la guerra.

La nonna la acquistò forse negli anni '60, suscitando le critiche di tutti, che la consideravano scomoda, ingombrante e poco adatta ad una nonna.

Beh, non solo viene ancora prodotta, ma è persino esposta al Moma di New York!
Brava, nonna!
LE NONNE SONO SEMPRE LUNGIMIRANTI!


12 commenti:

  1. Ciao Lella,
    questo sabato pomeriggio, alcune creative di Ancona si ritrovano a casa di Francesca (di Osimo) e a me piacerebbe tantissimo conoscerti e farti conoscere queste simpatiche ragazze col pallino della creatività.
    Lo so che è un po' tardi per dirtelo, ma spero che tu riesca ad organizzarti.

    Per maggiori informazioni scrivimi a rosijo@live.it

    Un abbraccio forte e a prestissimo, Rosi

    RispondiElimina
  2. Sai che anche mia zia aveva 2 poltrone e un divano di vimini quasi così, anche lei lo comperò in quegli anni là. buona serata Lucia♥

    RispondiElimina
  3. Bellissima questa poltrona, ed anche molto moderna..è proprio vero che le cose belle sono senza tempo!
    Buona serata!
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Amo questo tipo di poltrone...in giunco..naturale. E' un'opera d'arte, questa di modernariato!
    Baci.

    RispondiElimina
  5. che bella!!!
    solo a guardarla il cuore si riempie di gioia e gli occhi si illuminano...è bella quanto i ricordi che porta con sè...
    buona serata
    un abbraccio
    lella

    RispondiElimina
  6. E poi Ti ricorda la "nonna"... e le "nonne" sono tutte speciali.
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina
  7. bella e sempre attuale,è vero le nonne sono lungimiranti...lo sarò anche io?ai nipoti l'ardua sentenza,un abbraccio

    RispondiElimina
  8. La ricordo bene, unitamente ad un'altra con le sponde altissime .... buon investimento se in casa non calassero, anzi non crescessero, tribù barbare. Sfinita ha chiuso la su lunga vita in giardino, lasciata al sole e alle intemperie. le vecchie case, le loro altrettanto vetuste cose fanno bene al cuore.
    p.s.... non dirlo a nessuno ... comoda non lo era manco se collocavi più cuscini.

    RispondiElimina
  9. Rosi: domani sarò impegnata in cucina: ospiti a cena! Ma ci sarà un'altra occasione...

    Carla: beh, comoda non lo è proprio; infatti la uso per appoggiarci i vestiti!

    Lucia: in quel periodo andavano molto queste cose

    Carmen - Arianna: infatti sta al Moma...e a casa mia! ;-)

    Lella: sì, quanti ricordi nelle vecchie case!

    Gabe: sarai senz'altro una super-nonna!

    RispondiElimina
  10. avevo una poltrona simile! l'avevo data a mia cognata e non so se ce l'ha ancora!
    m è sempre piaciuta e ho fatto anche delle foto , seduta su di lei!
    buon weekend lella!♥

    RispondiElimina
  11. Mi siedo sempre quando guardo mia sorella che svuota o riempie le valigie...non è tanto scomoda se ci si sta seduti poco!

    RispondiElimina
  12. mobili,che ci fanno sentire a casa
    :-)

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...