mercoledì 25 gennaio 2012

Una poesia amata

 DORMONO LE CIME DEI MONTI

Dormono le cime dei monti
e le vallate intorno,
i declivi e i burroni;
dormono i rettili, quanti nella
specie la nera terra alleva,
le fiere di selva, le varie forme
di api,
i mostri nel fondo cupo del mare;
dormono le generazioni
degli uccelli dalle lunghe ali.

Alcmane



La leggerezza delle poesie greche mi ha sempre affascinata, fin da ragazza; le trovo rilassanti, soprattutto questa di Alcmane (tradotta da Quasimodo) che descrive la quiete della notte e l'immobilità del mondo addormentato. Ho voluto farvela leggere, nel caso non la conosceste . . . così, per condividere qualcosa di bello.

5 commenti:

  1. E' veramente bella e ti ringrazio di averla voluta condividere con noi.
    Buona giornata Lellina

    RispondiElimina
  2. non la conoscevo, mi ha fatto piacere leggerla.
    Molto bella!!

    ciao Lella e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Grazie, io che Greco non ho studiato e non ho avuto una formazione classica ho apprezzato molto!

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...