martedì 27 dicembre 2011

Nostalgia


Leggendo il post di un'amica che parlava di presente, passato e futuro, sono tornata indietro nel tempo. In queste giornate di festa che vedono riunite le famiglie, sento sempre nostalgia dei miei genitori che non ci sono più, ed anche dei miei suoceri o dei miei zii o dei nonni.
Ripenso allora ai bei Natali di quand'ero bambina: la gioia dell'attesa dei regali, le musichette natalizie che suonavano dal vecchio giradischi, il pranzo con gli zii e le cugine, le fredde mattine natalizie in una Milano dalle vetrine luccicanti.
O anche ai Natali dei primi anni del mio matrimonio quando, trasferita in un'altra città e lontana dai genitori, aspettavo per tutto l'anno l'arrivo delle Feste che mi portavano in dono la presenza dei miei genitori e della mia sorellina nella mia nuova casa di sposina: sono stati i Natali più belli della  mia vita, quelli più gioiosi, allegri e ricchi in ogni senso.
Poi sono venuti i Natali con il nostro bambino: i più dolci e i più consapevoli.

Ora è il tempo dei Natali della maturità, quelli in cui c'è sempre un po' di nostalgia per il tempo che fugge e per l'atmosfera di una volta.
Dov'è la mia piccola mamma che trafficava in cucina per preparare il pranzo? Dov'è mia suocera che appariva sulla porta carica di pacchetti? Dove sono papà e mio suocero che, con le loro battute, rallegravano la giornata?
Mi sono fatta prendere dal rimpianto . . .

Alla mia mamma e a mia suocera dedico questa frase che lessi nel bel romanzo di Benedetta Cibrario "Rossovermiglio" e che allora mi fece proprio pensare a loro, alla loro generosità di mamme sempre pronte ai sacrifici piccoli e grandi:

" dal cesto della frutta prende sempre la mela guasta, perchè è lei la prima a servirsi ed è dunque a lei che spetta il piccolo sacrificio."



7 commenti:

  1. Ciao Lellina, ho letto con piacere e un po' di commozione questo tuo bellissimo post..in questo periodo dell'anno è inevitabile un po' di nostalgia soprattutto se, come me, si ha raggiunto la "maggiore" età..un abbraccio !!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ciao Lellina, la penso esattamente come te... Rimangono solo i ricordi di chi non c'è più...e tantissima nostalgia. Hai fatto un post veramente bello e commovente. Grazie per averlo condiviso con noi. Ti abbraccio.
    Ale

    RispondiElimina
  3. Cara Lellina, grazie per le tue parole e per i graditissimi auguri.
    Purtroppo ho la tendenza a rinchiudermi in me stessa ed a filarci. Queste feste ho fatto ogni sforzo per "uscire" dal mio guscio con scarsi successi, perchè il destino ci mette sempre lo zampino, perchè è il primo anno che manca mio marito. Sono positiva, per questo mi sto sforzando di proiettarmi verso il 2012.
    Un abbraccio ed ancora tanti tanti auguri per un sereno e costruttivo 2012

    RispondiElimina
  4. Su, su, bisogna stare allegri! Bisogna prendere la vita sempre dal verso giusto! Mai farsi prendere dalla malinconia...ogni anno porta qualcosa di nuovo che è bello scoprire.
    Il prossimo Natale (se ci sarà... :DDDD) sarà ancora diverso da questo appena passato, magari più divertente, per cui aspettiamolo con gioia e trepidazione!

    RispondiElimina
  5. Siamo in sintonia perfetta. Non ci manca nulla .... però qualcosa manca. ti abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte del commento, soprattutto a mia sorella-Lady Stardust (le altre non me ne vogliano!) che ha una forza d'animo che basta per tutte e due, che ha vissuto con me quasi tutti i miei Natali più belli, e che ne vivrà altrettanti in futuro magari in mia compagnia!
    Un bacio a TUTTE!

    RispondiElimina
  7. Ciao Graziella,volevo scriverti un messaggio.ma da qui non riesco...ti ho risposto su flick...un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...