giovedì 23 giugno 2011

Una verdura sorprendente

Tra le verdure cotte che prediligo c'è la cicoria, che alterno agli spinaci, alle biete (o erbette) e alle coste.

E' l'emblema del cibo povero e contadino, ma fin dall'antichità era considerata il miglior depuratore del sangue, stimolante dell'appetito, regolatore di intestino, fegato e reni e disintossicante generale.

La cicoria è diffusissima anche nei campi; la mia mamma la raccoglieva a primavera, quando s'andava in montagna per le vacanze pasquali,
e ce la serviva tagliata a striscioline fini, condita con olio e aceto, con le uova sode.

A noi ragazze sembrava un po' una perdita di tempo, una cosa da "vecchi" andare a cercare la verdura nei campi quando c'era tanto comoda al supermercato e dall'ortolano!
Invece, come sempre, la mamma aveva ragione...

Adesso a me piace moltissimo saltata in padella con aglio e olio, magari con un'acciughina, gustata con un buon pane!


5 commenti:

  1. Ciao Lellina,fa molto bene la verdura e come dici tu depura anche il sangue,la tua idea per cucinarla mi piace.
    Buona giornata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  2. Ciao Lellina, che buona! Adoro la cicoria, quella selvatica poi un po' amarognola, buonissima! Anche da noi si usava molto andar per i campi a raccoglierla, ora non ci sono quasi più campi nella mia zona..mi accontento di quella del mercato!
    Buon pomeriggio
    Carmen

    RispondiElimina
  3. ciao, non amo molto la verdura, ma dicono che più amara è , e più fa bene. A presto.
    Ale

    RispondiElimina
  4. Anche la mia mamma la cercava e la preparava con aglio ed olio.
    n bacio ed n sorriso

    RispondiElimina
  5. non la cerco,ma mi piace,ciao Lellina

    RispondiElimina

Grazie d'aver commentato! La tua visita m'è sempre gradita. ♥

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...